Acciaioquattro S.r.l. produzione di linee anticaduta e dispositivi di ancoraggio          
Home
CLASSI A1 e A2
CLASSE C
COMPONENTI INOX
VOCE di CAPITOLATO
NORMATIVA
DISP. LEGISLATIVE
APPLICAZIONI TIPO
RISCHI ELETTRICI
BLOCCHI CAD
DOMANDE E RISPOSTE
RICHIESTA PREVENTIVO
CONTATTI
 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Questa pagine, in fase di continuo aggiornamento e sviluppo, sintetizzano i contenuti di alcune delle principali norme di riferimento e linee guida relative alla progettazione e al montaggio delle linee di ancoraggio (note come linee vita) e degli ancoraggi puntuali.
Quanto sotto riportato è una sintesi di alcuni dei contenuti delle norme, i cui diritti sono riservati, e a cui si rimanda per una lettura diretta.

NORME UNI

  • UNI 8088:1980 Lavori inerenti le coperture dei fabbricati: Criteri per la sicurezza.

  • UNI EN 341:1993 e 341:1993/A1 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di discesa.

  • UNI EN 353-1:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di caduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio rigida.

  • UNI EN 353-2:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di caduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio flessibile.

  • UNI EN 354:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Cordini.

  • UNI EN 355:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Assorbitori di energia.

  • UNI EN 360:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi anticaduta di tipo retrattile.

  • UNI EN 361:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Imbracature per il corpo.

  • UNI EN 362:1993 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Connettori.

  • UNI EN 363:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Sistemi di arresto caduta.

  • UNI EN 364:1993 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Metodi di prova.

  • UNI EN 365:1993 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Requisiti generali per le istruzioni per l'uso e la marcatura.

  • UNI EN 795:2002 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di ancoraggio.

  • UNI ISO 8793:1992 Funi di acciaio: Estremità con manicotti.

LINEE GUIDA

  • Linee Guida ISPESL per l'individuazione e l'uso di Dispositivi di Protezione individuale contro le cadute dall'alto.

  • Linee Guida della REGIONE VENETO relative alle misure preventive e protettive da predisporre negli edifici per l'accesso, il transito e l'esecuzione dei lavori di manutenzione in quota in condizioni di sicurezza.


UNI 8088:1980 Lavori inerenti le coperture dei fabbricati: Criteri per la sicurezza.
Nella norma sono stabilite le caratteristiche essenziali degli apprestamenti e dei mezzi necessari e fornisce indicazioni di comportamento finalizzate alla prevenzione degli infortuni nei lavori di posa in opera, manutenzione e rimozione dei manti di copertura, nonché il transito eccezionale su di essi per scopi diversi.

UNI EN 341:1993 e 341:1993/A1 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di discesa.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova, la marcatura e le istruzioni per l'utilizzo dei dispositivi di discesa che devono essere utilizzati congiuntamente ai dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto.

UNI EN 353-1:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di caduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio rigida.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova , la marcatura, le informazioni che devono essere fornite dal fabbricante e le modalità di imballaggio per i dispositivi anticaduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio rigida, generalmente fissati o integrati su scale fisse o a pioli che vengono rese solidali ad idonee strutture.

UNI EN 353-2:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di caduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio flessibile.

Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova , la marcatura, le informazioni che devono essere fornite dal fabbricante e le modalità di imballaggio per i dispositivi anticaduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio flessibile, generalmente fissati o integrati su scale fisse o a pioli che vengono rese solidali ad idonee strutture.

UNI EN 354:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Cordini.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova, la marcatura e le istruzioni per l'utilizzo, la marcatura e le modalità di imballaggio per i cordini di tipo fisso e regolabile.

UNI EN 355:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Assorbitori di energia.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova, la marcatura e le istruzioni per l'utilizzo, la marcatura e le modalità di imballaggio per gli assorbitori di energia.

UNI EN 360:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi anticaduta di tipo retrattile.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova, la marcatura e le istruzioni per l'utilizzo, la marcatura e le modalità di imballaggio per i dispositivi anticaduta di tipo retrattile.

UNI EN 361:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Imbracature per il corpo.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova, la marcatura e le istruzioni per l'utilizzo, la marcatura e le modalità di imballaggio per le imbracature per il corpo.

UNI EN 362:1993 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Connettori.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova, la marcatura e le istruzioni per l'utilizzo, la marcatura per i connettori.

UNI EN 363:2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Sistemi di arresto caduta.
Nella norma sono specificati la terminologia e i requisiti generali per i sistemi di arresto della caduta che servono da DPI.

UNI EN 364:1993 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Metodi di prova.
Nella norma sono specificati i metodi di prova per i materiali, i componenti e i sistemi relativi ai dispositivi di protezione anticaduta.
In particolare sono indicate:
- le apparecchiature da utilizzare per le prove statiche e i relativi metodi;
- le apparecchiature per le prove dinamiche , torso di prova compreso;
- i metodi per le prove di prestazione dinamica e di resistenza dinamica sia dei componenti che dei sistemi;
- le prove di corrosione per i componenti metallici;
- le apparecchiature che si devono utilizzare e i metodi per le prove di condizionamento e per le prove di durata.
Nella norma sono inoltre presenti le raccomandazioni per la programmazione delle prove.

UNI EN 365:1993 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Requisiti generali per le istruzioni per l'uso e la marcatura.
Nella norma sono specificati i requisiti generali per la predisposizione delle istruzioni per l'uso e per la marcatura dei dispositivi di protezione contro le cadute dall'alto.

UNI EN 795:2002 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall'alto: Dispositivi di ancoraggio.
Nella norma sono specificati i requisiti, i metodi di prova e le istruzioni per l'utilizzo e la marcatura di dispositivi di ancoraggio progettati esclusivamente per l'uso con DPI contro le cadute dall'alto.

UNI ISO 8793:1992 Funi di acciaio: Estremità con manicotti.
Nella norma sono fissati i requisiti minimi cui devono rispondere le estremità dei manicotti su funi di acciaio. Sono anche individuate le prove di accettazione del prototipo e le prove di routine da applicare nel controllo di qualità.

INDIETRO

 

 
 
 
 
  
CLASSI  A1 e A2 | CLASSE C | CAPITOLATO | ACCIAIO INOX | D.L.vo 37/08 | LEGISLAZIONE | NORMATIVA | FAQ | INFO | APPLICAZIONI 

 
AcciaioQuattro srl Unipersonale - via degli Olmi 65/B - 50019 - Sesto Fiorentino (FI)
Reg. Imp. FI - C.F. e P.IVA 05936730489 - cap. soc . € 100.000,00 i.v. - tel. 0554628736 - fax 0554628735 - info@linea795.it
 
 DISCLAIMER e DIRITTI RISERVATI

 Ultimo aggiornamento 29 maggio 2013