LINEE VITA E DISPOSITIVI ANTICADUTA A NORMA UNI EN 795 PER LA MANUTENZIONE IN SICUREZZA DELLE COPERTURE
Esempi di installazione di impianti anticaduta dalle coperture a norma UNI EN 795 - AcciaioQuattro srl HOME LEGGI E NORME
DI RIFERIMENTO
SUPPORTO
TECNICO
DOMANDE E
RISPOSTE
COMPONENTI
UNI EN 795
Linea795 una gamma di prodotti anticaduta in acciaio INOX prodotta da AcciaioQuattro srl PREVENTIVI CONTATTI
Gli esempi che seguono rappresentano alcune casistiche installative tipiche e presuppongono che vi sia adeguato tirante d'aria e che quindi in caso di caduta libera l'operatore non trovi ostacoli.
Negli esempi sono utilizzati componenti che non sono destinati ad essere rimossi dalla struttura e quindi secondo la norma UNI EN 795:2002.
I principali presupposti installativi sono:
  • struttura con adeguata consistenza
    e idonea a ricevere i carichi trasmissibili;
  • calpestabilità della copertura;
  • percorso sicuro per l'accesso all'impianto.
Gli esempi proposti sono realizzabili con i componenti in acciaio INOX della gamma

Linea795®

 
TETTO TIPO A DUE FALDE
linea di ancoraggio standard
Esempio Linea795 di tetto con linea di ancoraggio UNI EN 795
In uscita dall'abbaino è presente un punto di ancoraggio in classe A2 dal quale si accede alla linea di ancoraggio. I terminali in classe C possono essere utilizzati come punti di ancoraggio in classe A1.
I vertici della copertura sono raggiungibili utilizzando gli appositi punti di deviazione caduta (serie DC) in classe A1
TETTO TIPO A DUE FALDE
linea di ancoraggio con
blocchi di interdizione
  Esempio Linea795 di tetto con linea di ancoraggio UNI EN 795 per tutto il colmo e blocchi di interdizione linea
In uscita dall'abbaino è presente un punto di ancoraggio in classe A1 dal quale si accede alla linea di ancoraggio. I terminali in classe C possono essere utilizzati come punti di ancoraggio in classe A1.
Per facilità e sicurezza di fissaggio strutturale i pali di ancoraggio sono montati agli estremi. Alcune porzioni di linea sono interdette con interdittori di linea (IL). I vertici sono raggiungibili utilizzando gli appositi punti di deviazione caduta (serie DC) in classe A1.
TETTO TIPO A DUE FALDE
ancoraggi puntuali
(pianta quadrata)
  Esempio Linea795 di tetto con componenti puntuali UNI EN 795
L'esempio rappresenta una situazione in cui le caratteristiche geometriche della copertura non consentono di installare linee di ancoraggio (classe/tipo C).
La soluzione proposta prevede l'utilizzo esclusivo di componenti di classe A1 (tipo A). I vertici della copertura sono raggiungibili utilizzando gli appositi punti di deviazione caduta (es. serie DC) sempre in classe A1 (tipo A).
TETTO TIPO A DUE FALDE
ancoraggi puntuali
(pianta rettangolare)
  Esempio Linea795 di tetto con ancoraggi puntuali UNI EN 795 - pianta rettangolare
Caso in cui considurazioni di tipo strutturale o di tirante d'aria non consentono l'installazione di linee di ancoraggio in classe/tipo C.
La soluzione proposta prevede l'utilizzo esclusivo di componenti di classe A1 (tipo A). I vertici della copertura sono raggiungibili utilizzando gli appositi punti di deviazione caduta (es. serie DC) sempre in classe A1 (tipo A).
TETTO TIPO A QUATTRO FALDE
linea di ancoraggio standard
  Esempio Linea795 di tetto con linea di ancoraggio UNI EN 795 - tetto a quattro falde
In uscita dall'abbaino è presente un punto di ancoraggio in classe A1 dal quale si accede alla linea di ancoraggio. I terminali in classe/tipo C possono essere utilizzati come punti di ancoraggio in classe/tipo A.
I vertici della copertura sono raggiungibili utilizzando gli appositi punti di deviazione caduta (es. serie DC) in classe A1 (tipo A)
TETTO PIANO
linea di ancoraggio standard
(fruibilità parziale della copertura)
  Esempio Linea795 di tetto tetto piano non integralmente fruibile anche se dotato di linea di ancoraggio UNI EN 795
Questa ipotesi prevede che lo sbarco in copertura ria in prossimità della linea di ancoraggio. L'assenza di dispositivi di deviazione caduta non permette di accedere ai vertici. Questo impianto, così configurato non permette di lavorare su tutta la copertura: ciò deve essere opportunamente graficizzato (richiedi info ai nostri tecnici) e segnalato nella documentazione di impianto.
TETTO PIANO CON
VANO EXTRACORSA
linee di ancoraggio standard
  Esempio Linea795 di tetto con linea di ancoraggio UNI EN 795 - tetto piano
Questa ipotesi prevede che lo sbarco in copertura ria in prossimità della linea di ancoraggio. Non è protetta dall'impianto la porzione di copertura del vano extracorsa. I terminali in classe/tipo C possono essere utilizzati come punti di ancoraggio in classe/tipo A.
I vertici della copertura sono raggiungibili utilizzando gli appositi punti di deviazione caduta (es. serie DC) in classe A1 (tipo A)
Esempio 1 Linea795 Esempio 2 Linea795 Esempio 3 Linea795 Esempio 4 Linea795 Esempio 5 Linea795
Gli esempi sopra riportato hanno solo valore indicativo e non devono essere utilizzati ai fini progettuali. Il progetto dell'impianto deve essere effettuato da soggetto abilitato e dotato delle specifiche conoscenze tecniche.
AcciaioQuattro srl si riserva di effettuare senza alcun preavviso modifiche agli esempi sopra indicati.
LINEA795 TUTTA LA
GAMMA PRODOTTI
ANCORAGGI
CLASSE / TIPO A
LNEE DI ANCORAGGIO
CLASSE / TIPO C
ACCESSORI SISTEMI DI
FISSAGGIO
INFO E SUPPORTO
TECNICO
DOMANDE E
RISPOSTE
ESEMPI
APPLICATIVI
LEGGI E NORME PREVENTIVI CONTATTI

Disclaimer
Privacy
Linea795 è una gamma prodotti di AQ Srl

TAGS: Acciaio INOX - Linea Vita - Ancoraggi - Sistemi Anticaduta - Sicurezza Coperture - Produzione solo INOX - Blocchi CAD - Anticaduta TETTO

AcciaioQuattro Srl Unipersonale
via degli Olmi 65/B
50019 Sesto Fiorentino (FI)
C.F. e P.IVA 05936730489
tel. 0554628736 - fax 0554628735
info@linea795.it